casetta circondata da lucchetto e catenaccio

La quasi certezza per i ladri di farla franca ed il drastico taglio all’organico ed alle risorse che hanno subito le forze dell’ordine, impossibilitate di svolgere adeguatamente il compito di protezione della popolazione, ha portato ad un incremento dei furti in abitazione nel nostro Paese negli ultimi anni. Aumentare il livello di sicurezza della propria abitazione è imperativo.

I sistemi di sicurezza per la casa si suddividono in passivi ed attivi. Vengono definiti sistemi di sicurezza passivi tutti quegli accorgimento ed elementi progettuali di tipo non impiantistico, finalizzati a creare un deterrente a furti e razzie, come, ad esempio, porte blindate, casseforti, grate fisse, inferriate metalliche apribili o a scomparsa, serrature rinforzate, serrande in metallo e blocca-persiane.

Quelli attivi sono, invece, i sistemi di allarme sonoro, che rilevano eventuali intrusioni improprie all’interno di un ambiente e, una volta captati movimenti sospetti, emettono segnali sonori ed allertano chi di dovere.

I sistemi di allarme si dividono in sistemi via cavo alimentati dalla corrente elettrica e sistemi di allarme wireless, alimentati da batterie a lunga durata. Le componenti dei sistemi di allarme senza fili sono collegate tra loro da onde elettromagnetiche.

Gli elementi fondamentali di tali impianti sono la centralina di allarme, i sensori o rilevatori , e le sirene. La centralina intelligente rappresenta il cuore dell’impianto. I sensori si occupano della rilevazione dell’intrusione e si dividono in volumetrici, quando consentono di rilevare la presenza di intrusi all’interno dell’ambiente, e perimetrali, che monitorano i confini della proprietà o il perimetro dell’abitazione.

Una volta ricevuto il segnale dell’intrusione da parte della centralina, la sirena emette un segnale sonoro finalizzato a segnalare all’intruso che la sua presenza è stata rilevata ed indurlo alla fuga, oltre, ovviamente, ad attirare l’attenzione delle forze dell’ordine e di chi si trova nelle vicinanze, come, ad esempio, passanti e vicini di casa.

Generalmente dotati di lampeggianti, i sistemi di allarme è bene che vengano posizionati sulla facciata dell’abitazione, in modo da essere agevolmente individuati dalle forze dell’ordine.

LEAVE A REPLY