casa circondata da mura

Con il decreto legge n. 59/2012 il Governo ha annunciato che non risarcirà più i danni relativi alle catastrofi naturali a privati ed imprese. In altre parole, proteggere i propri immobili da terremoti, alluvioni o altri eventi calamitosi è a carico dei privati, che possono scegliere di assicurarli per essere coperti qualora vengano danneggiati da calamità naturali.

L’assicurazione casa contro il terremoto è una polizza volontaria, consigliabile specialmente per le abitazioni costruite in zone sismiche. Molte compagnie di assicurazione offrono questo tipo di copertura come appendice dell’assicurazione casa.

Chi vive in zone ad alto rischio dovrebbe tutelarsi stipulando un’assicurazioni contro il terremoto, disponibile come garanzia aggiuntiva alla polizza casa o singolarmente, come assicurazione contro gli eventi catastrofali.

Una polizza di questo tipo risarcisce il crollo parziale o totale della casa ed i danni materiali derivanti dall’evento sismico. Con questa copertura specifica è possibile ottenere un risarcimento pari al valore del danno, con un tetto massimo stabilito. In generale, le polizze anti-sismiche mettono a disposizione dell’assicurato un capitale per la ricostruzione, la messa a nuovo o l’acquisto di un nuovo immobile, a seconda del danno subito. Al momento della stipula del contratto assicurativo, verificate sempre il massimale garantito dalla compagnia di assicurazione.

Le assicurazioni contro il terremoto sono polizze a valore, in quanto prevedono il risarcimento dei danni in base al territorio in cui è ubicato l’immobile ed alle variabili consistenti. Gli importi che le compagnie assicuratrici sono tenute a risarcire si calcolano , infatti, in base all’area di collocazione dell’immobile, alla tipologia ed alla metratura dello stesso, oltre al suo valore catastale.

L’assicurazione contro il terremoto e le calamità naturali, in genere, permette di aggiungere garanzie a copertura di qualsiasi altro danno possa verificarsi in seguito a questi eventi, come atti di sciacallaggio e furti.

È doveroso precisare che l’assicurazione casa terremoto copre solo i danni che compromettono la stabilità dell’immobile. I danni considerati più lievi, come, ad esempio, la formazione di crepe nei muri, il crollo di tramezze o di parti non essenziali dell’abitazione non sono indennizzabili.

LEAVE A REPLY