Sistemi di allarme

Allarme casa per sentirsi più sicuri tra le mura domestiche

casetta dentro sfera protettiva

Nel nostro Paese viene compiuto un furto in abitazione ogni due minuti e negli ultimi dieci anni le effrazioni sono raddoppiate. È indispensabile rendere la propria abitazione più sicura, installando un sistema d’allarme.

Ne esistono di due tipologie, quali via cavo e wireless, entrambe composte da una centralina di allarme, dei sensori ed una sirena. Vediamo nel dettaglio i diversi tipi di allarme disponibili in commercio.

Sistema di allarme casa via cavo

Nel caso di un allarme tradizionale via cavo, una rete di cavi elettrici alimentata dalla corrente elettrica viene installata tra le mura dell’abitazione. Qualora i malintenzionati cercassero di tagliare i fili, il sistema di allarme suonerebbe immediatamente. L’installazione di un allarme tradizionale via cavo richiede lavori di muratura adopera di tecnici specializzati.

Allarme wireless senza fili

Un allarme wireless non è dotato di fili elettrici in quanto le componenti dell’impianto sono collegate tra loro da onde elettromagnetiche. Una batteria a lunga durata permette al sistema di rimanere in funzione anche quando malauguratamente ci dovesse essere un black out. Questa soluzione è decisamente più rapida da installare e, in caso di trasloco, può essere comodamente disinstallata per poi essere agevolmente installata nella nuova abitazione.

Allarme misto

Se i cavi sono già installati, potete anche scegliere un sistema misto, con centralina alimentata dalla corrente elettrica ed i sensori collegati in rete.

Sistema perimetrale e volumetrico

Quando viene programmato un allarme, è possibile impostare un sistema perimetrale ed uno volumetrico. La differenza tra i due sistemi sta nel posizionamento dei sensori.

Il sistema perimetrale protegge l’esterno dell’abitazione ed i sensori, installati sulle finestre o sulle pareti esterne, monitorano il perimetro dell’abitazione. Si consiglia di attivare questo tipo di sistema durante le ore notturne o quando non c’è nessuno in casa.

Il sistema volumetrico, invece, è dotato di sensori interni, in grado di rilevare la presenza di intrusi nelle stanze di casa.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top